mercoledì 12 febbraio 2014

La mappa mondiale della velocità di navigazione su internet


Da Linkiesta

Ian Somerhalder - Nodo Windsor - Windsor knot - suit tie



L'affascinante protagonista di Vampire Diaries veste elegantemente e spesso utilizza il nodo Windsor doppio alla cravatta, come si può vedere nelle immagini che ho selezionato.



Ian Somerhalder - The Vampire Diaries 100th Episode Celebration - Arrivals

Personalmente ritengo che sarebbe stato ottimo nella parte di Christian Grey, il protagonista controverso di "Cinquanta sfumature di grigio".



In Cile la piscina più grande del mondo



The guiness book has been a record of the most extraordinary facts and happenings all across the world. Chile earns the privilege of having world’s largest swimming pool. This is situated in the resort of San Alfonso del Mar in Algarroba. The dimensions of this world’s largest swimming pool are 1013 meters in length. The capacity of the pool is to hold around 66 million gallons of water altogether. Covering around 20 acres of land, the pool has become a tourists spot after getting itself registered in the guiness book of records in the year December 2006. 
- See more at: http://www.icreatived.com/2013/09/worlds-largest-swimming-pool.html#sthash.IaKn1psm.dpuf


Storia della fotografia in cento macchine.



Gioielli e decorazioni in stile celtico






Gli Arcani Supremi. Capitolo 84. L'ombra della profezia.



Lady Edith Burke-Roche, baronessa Fenroy, pareva una statua, una sfinge, una sua fredda immobilità.
Stava riflettendo su ciò che India Stoker e Robert Oakwood le avevano appena rivelato.
Non era ciò per cui lei aveva lottato per tutta la vita, ma non era nemmeno un completo fallimento.
<<Quale futuro avete visto per i discendenti di mia nipote Maggie? Il figlio che lei e Robert hanno concepito: quale sorte avrà? Dovete dirmi il vero, perché è l'unica cosa che può permettermi di accettare la disfatta su tutti gli altri fronti, una disfatta di cui voi siete responsabili!>>
Robert temeva quella donna: era riuscita a tenere Vivien sotto scacco e avrebbe potuto causare ancora molti guai.
Fu India a rispondere, come avevano concordato:
<<Nascerà un maschio di Sangue Reale. Porterà il cognome dei Burke-Roche. Diventerà un uomo molto potente, anche se non sarà un uomo buono. Farà un patto con Eclion, Signore delle Tenebre. Gli offrirà una sua discendente e in cambio Eclion gli prometterà che da quella unione nascerà una dinastia imperiale chiamata Eclionner e destinata a regnare per oltre mille anni>>
La baronessa non era affatto convinta da quel discorso.



<<Questa è una profezia troppo generica. Voglio qualcosa di più dettagliato e soprattutto ne voglio le prove!>>
India la guardò con aria divertita:
<<Chiedete pure, milady, ed io vi risponderò>>
La nobildonna non sapeva da che parte iniziare, tante erano le domande che affollavano la sua mente:
<<India, per prima cosa voglio sapere fino a che punto è stata precisa questa tua visione, questa specie di Profezia. Voglio sapere se hai visto nei dettagli il futuro del figlio che Maggie metterà al mondo>>
La ragazza annuì:
<<Sì, ho visto il suo futuro nel dettaglio. Vivien me l'ha permesso, proprio perché sapeva che voi me lo avreste chiesto come garanzia. Sappiate dunque che nascerà il 21 giugno 2013, la notte del solstizio d'estate. Si chiamerà Mordred Burke-Roche, per esplicita volontà di vostra nipote. So che è un nome controverso, ma non riuscirete a farle cambiare idea, né a ottenere per lui il cognome e il titolo di suo padre. Fin dalla sua nascita, avrà la protezione di Eclion, che gli garantirà successo nella vita, in ogni ambito. Diventerà ricco e potente e sposerà una principessa reale della dinastia inglese di Windsor. La figlia dell'attuale duca di Cambridge, che nascerà tra quattro anni e si chiamerà Alexandra. A loro sarà conferito il titolo di conti di Oxford, che potranno tramandare ai loro discendenti, insieme alle loro enormi ricchezze. Vostro nipote vivrà 103 anni, morendo il 28 luglio 2116. I suoi discendenti sopravvivranno tutti al Grande Cataclisma, che colpirà la terra e l'umanità nell'anno del signore 2187>>

Ricostruzione del vero volto di Elisabetta I Tudor



Capelli rossi, come tutti i Tudor, di origine gallese, pelle molto chiara, occhi nocciola, naso aquilino, viso magro e allungato, labbra sottili. Così è stato ricostruito, sulla base dei suoi innumerevoli ritratti e delle descrizioni dei contemporanei, il vero volto della regina più famosa d'Inghilterra, figlia di Enrico VIII e della sua seconda moglie Anna Bolena. Elisabetta I visse 70 anni (1533-1603) e regnò per 45 anni, dal 1558 alla morte.

I libri preferiti dei pendolari italiani

I dieci libri preferiti dei pendolari italiani libri più letti dai pendolari, La verità sul caso Herry Quebert, La strada verso casa, Doctor Sleep, Orgoglio e pregiudizio, lettura libreriamo.it

















Per capire quali siano i titoli più di moda in un certo periodo dell'anno non servono indagini di mercato, basta fare un giro su un treno interregionale oppure su un vagone della metropolitana. “La verità sul caso Herry Quebert” era il tormentone dell'estate, “La strada verso casa” di Fabio Volo ha monopolizzato l'attenzione nei mesi prima di Natale. E oggi? Se potessimo azzardare una previsione punteremmo tutto su Stephen King.

IA differenza di quanto si potrebbe pensare, i viaggi sembrano il momento giusto anche per immergersi in quei libri che si sono tenuti da parte per un non precisato "momento giusto". In autobus può capitare di incontrare signore che stringono la borsa e non staccano gli occhi dalle pagine dell'”Odissea” di Omero, in treno “Orgoglio e pregiudizio” di Jane Austen è un ottimo libro da compagnia. E ancora, “I tre moschettieri” di Alexandre Dumas, “Via col vento” di Margaret Mitchell, “Aspettando Godot” di Samuel Beckett. Studenti e impiegati, pendolari e viaggiatori occasionali, tutti accomunati dalla passione per la letteratura.

Ma se c'è chi non si preoccupa del peso e del formato e sfoggia il suo classico da 700 pagine e oltre, ci sono anche tantissimi lettori che preferiscono unire piacere e praticità. I libri della casa editrice Sellerio – “Aristotele detective” di Margaret Doody, “La carta più alta” di Marco Malvaldi, “La banda Sacco” di Andrea Camilleri, solo per fare tre esempi –, così come quelli in edizione economica e tascabile sembrano essere molto apprezzate dai viaggiatori cittadini. Storie avvincenti, scrittori amati e peso ridotto. Cosa chiedere di più a un libro?

Facciamo una menzione a parte anche per il Pendolibro, l’ebook editato da Libreriamo Publishing che rende protagonisti i pendolari stessi. Sono loro gli autori di questo libro, loro che ci hanno raccontato i loro viaggi, i loro disagi e i loro sogni quotidiani.